La Phebo Stufe, qualità artigianale e risparmio

phebo.jpgAbbiamo incontrato diverse volte Alessio della Phebo Stufe, ma mai come stavolta ci ha convinta della bontà dei suoi prodotti. La sua azienda si trova a Tarzo, in località Molino di Fratta, una piccola realtà artigianale che comincia a dare soddisfazioni.

La Phebo Stufe progetta e realizza interamente i propri modelli, ricercando continuamente nuove soluzioni per rendere le stufe adattabili alle più svariate esigenze: stufe per corridoi, ad angolo e scarico fumi superiore, sempre artigianalmente.

La linea di stufe è stata concepita per soddisfare le diverse esigenze, estetiche e tecnologiche, con linee classiche e moderne, ed un’ampia e semplice possibilità di programmazione.

Undici modelli di stufe a pellet riescono a soddisfare la maggior parte delle esigenze dei clienti: economica o elemento d’arredo, tinta neutra o colorata, ceramica o metallo, per zona giorno o corridoio.

L’accesso al serbatoio dei pellets è superiore, l’uscita dai fumi è posteriore tranne nei modelli “Calipso”, “Penelope”, “Asia”, “Gaia” ed “Hera” in cui è superiore, con notevole risparmio di spazio.

Sono dotate di scheda elettronica con possibilità di utilizzo in modalità manuale o automatica, con programmazione giornaliera o settimanale anche con più accensioni/spegnimenti al giorno.

Poi, per chi teme il black out e la mancanza di corrente elettrica, ci sono le stufe a legna. Le stufe a legna sono studiate per offrire la massima resa calorica unitamente al gradevole aspetto estetico per rendere questo oggetto al contempo elemento funzionale e di arredo.

E’ possibile scegliere la stufa con il cassetto cenere estraibile o la versione a letto di cenere con il vantaggio di una maggior resa calorica. Il rivestimento refrattario garantisce il miglior rilascio di calore.

Le ceramiche, prodotti artigianali italiani, aggiungono valore alla stufa.

 

Via Molino di Fratta 14

31020 TARZO (TV)

Tel 0438-586726

 

e-mail: info@phebostufe.com

www.phebostufe.com

La Phebo Stufe, qualità artigianale e risparmioultima modifica: 2009-11-28T11:47:23+01:00da mauroriotto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento